• Filtra

    Palmento Costanzo

    Vini Palmento Costanzo

    Siamo sulle pendici nord dell’Etna, in quella località conosciuta con il nome di Passopisciaro e qui, a 700 metri d’altitudine, si snodano i 18 ettari di Palmento Costanzo, nella contrada di Santo Spirito. Le origini della cantina sono tra le più antiche del territorio Etneo e risalgono al XIX secolo, epoca in cui già c’era l’antica dimora, il palmento appunto, completamente recuperata, nel 2011, dall’imprenditore Mimmo Costanzo. Tutto qui, dalla struttura del palmento alle antiche vigne ad alberello, fino al suolo, scuro e ciottoloso, parla dell’anima esplosiva del vulcano, elemento cruciale per la produzione di grandi vini, rigorosamente ottenuti dalle uve autoctone del territorio, Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Cataratto e Carricante, tutte sostenute da pali di castagno, per ripararsi dalle raffiche che sferzano l’Etna e alcune addirittura antecedenti la fillossera. Scrupolosa verso i valori della tradizione e della qualità, Palmento Costanzo produce vini che sanno essere autentiche espressioni della potenzialità del territorio, omaggio ai primi vignaioli che hanno tracciato la strada per la viticoltura etnea, suggestivi e affascinanti: interpreti fedeli del vulcano attivo più grande d’Europa.

    per pagina

    3 Prodotto/I

    per pagina

    3 Prodotto/I

    Disponibile su Google Play  
     
     
     
    Ottieni subito uno sconto