• Filtra

    Gravner

    Vini Gravner

    Francesco Gravner, meglio conosciuto come Josko Gravner, è un vignaiolo con un nome legato al territorio a cui appartiene e con cui è in piena simbiosi. Parliamo della zona vinicola a cavallo tra Italia e Slovenia, quella del Collio Goriziano, terra di tante battaglie, che lui stesso ha contribuito a rendere famosa nel mondo intero. L'azienda agricola Gravner nasce nel 1901, con 2,5 ettari di terreno ed una casa. Ed è qui che un giovane Josko inizia a lavorare, conoscere la terra e a vinificare le uve provenienti i vigneti piantati. Prima l'uso dell'acciaio, poi quello della barrique, segnano la strada tra gli anni ’80 e ’90, fino alla svolta che arrivò nel 2001 quando iniziò la vinificazione nelle grandi anfore di terracotta interrate, un antico metodo di origine caucasica, punto di non ritorno che lo consacrerà al mondo. Oggi Gravner pratica una viticoltura che non lascia spazio a vitigni da lui considerati estranei, concentrandosi principalmente solo su due varietà autoctone quali Ribolla Gialla e Pignolo Rosso. Nel tempo, inoltre, la cantina si è spogliata di ogni tecnicismo e dell'uso di prodotti chimici di sintesi, lavorando esclusivamente a mano, con passione ed un rispetto verso l'ambiente senza eguali. Le viti godono di esposizioni ottimali e crescono su terreni di natura tipicamente calcarea e marnosa, ad un'altitudine che varia tra i 150 e i 270 metri sul livello del mare. Il suo è un modo di fare vino che va controtendenza rispetto alle mode del momento, ma si lega alle più antiche tradizioni popolari, con il tempo dimostratesi scelte impeccabili. Lavorare le uve in anfore di terracotta, sottoporle a lunghissime macerazioni, commercializzare i vini non prima dei sette anni dalla vendemmia, sono i naturali risvolti di un percorso che mira alla valorizzazione del terroir del Friuli, con etichette che spiccano con orgoglio nel settore dei grandi vini biologici e biodinamici.

    Disponibile su Google Play  
     
     
     
    Ottieni subito uno sconto