• Filtra

    Bagnoli

    Rum Bagnoli

    La Distilleria Bagnoli nacque nel 1954 quando Dino Bagnoli e sua moglie Targa Ilva, figlia di un noto imprenditore nel settore vinicolo, decisero di trasferirsi nella provincia di Padova, precisamente a Stanghella, in seguito all’alluvione del Po del 1951. In questa nuova località la giovane coppia iniziò a distillare la grappa nella propria distilleria che, lentamente, iniziava a crescere e farsi conoscere, compiendo un’attività piuttosto semplice: acquistavano le vinacce dai vari contadini locali e vendevano il distillato, che da queste ricavavano, sfuso, alla gradazione alcolica originaria (circa 80% di volume), ad aziende affermate che si occupavano dell’imbottigliamento. Il 1970 fu l’anno tragico e cruciale allo stesso tempo: proprio quando l’azienda stava ultimando importanti progetti di sviluppo, il Dott. Bagnoli venne a mancare e la moglie, donna coraggiosa e forte, scelse comunque di continuare l’attività, insieme all’aiuto dei figli Giovanni e Camillo che portarono un nuova linfa vitale e nuovo entusiasmo, con l’intenzione di poter imbottigliare la propria grappa. Bagnoli decise così di ampliare la propria produzione, ottenendo sin da subito, incoraggianti risultati con l’inserimento di sciroppi, semilavorati di frutta e liquori, sempre seguendo l’idea che la qualità dovesse venire prima di tutto, nonostante questo sembrasse il percorso più difficile e impegnativo. La selezione precisa delle materie prime e la metodologia di produzione fortemente legata alla tradizione diventarono i punti di forza della distilleria che le permise di crescere ed espandersi fino a diventare un’importante realtà nel panorama liquoristico internazionale.

    Disponibile su Google Play  
     
     
     
    Ottieni subito uno sconto